Weekend dolce amaro in Gallura per la Scuderia San Marino

Weekend a due facce per la Scuderia San Marino nella trasferta in terra Sarda, per il 16° Rally dei Nuraghi e del Vermentino.

Nella gara valevole per il CIRT, una foratura prima e la rottura dell’idroguida poco dopo, nel corso del primo passaggio della Monte Olia, rallentano purtroppo di 12 minuti Daniele Ceccoli e Piercarlo Capolongo, estromettendoli da subito dalla lotta per la vittoria e per i punti campionato. “Ci rifaremo al prossimo appuntamento, preparandoci bene in vista del Rally San Marino” ha commentato il pilota bianco azzurro.

Ancora più sfortunata la gara di Diego Zanotti che affiancava Paolo Diana eccezionalmente al volante della Mitsubishi Evo IX R4. Dopo un day1, oltre ogni aspettativa, nel corso della San Salvatore 1, prima prova della domenica, Diana sbatteva su un muretto ponendo fine alla sua gara.

I sorrisi arrivano dal 3° Rally Vermentino Historic, vinto dal nostro equipaggio formato da Bruno Pelliccioni e Marco Cavalli, che hanno dato grande spettacolo, divertendo già dalla partenza a Porto San Paolo (foto), veri e propri idoli del popolo gallurese.

Il pilota Pelliccioni: “già mi manca l’aria di Berchidda un’atmosfera quasi unica, fiero di conoscere persone come quelle incontrate in questi giorni, che amano questo sport, che ci hanno aspettato su ogni prova fino al nostro passaggio, ogni anno è un onore poter partecipare a questa gara, grazie.

Abbiamo sentito anche il suo naviga Cavalli: “gara molto difficile e selettiva a causa delle prove devastate dal maltempo ma ps veramente tecniche! La Sardegna si rivela sempre affascinante, calorosa ed accogliente. Ci siamo divertiti come matti, il pubblico ha risposto affettuosamente al nostro passaggio dove Bruno non si è risparmiato a dare spettacolo con la sua Ford Escort!

Photo Emanuele Perrone

 

Samanta Grossi

Addetta Stampa Scuderia San Marino

press@scuderiasanmarino.com

15 maggio 2018
731 Views