La Scuderia San Marino apre le porte alle vetture N5

Il 2020 della Scuderia San Marino porterà grandi novità agli appassionati e piloti del Titano e non solo.
La più importante riguarda l’ammissione delle vetture di classe N5 alle gare organizzate dalla Scuderia, novità che sicuramente attirerà nella Repubblica anche un’importante effetto mediatico.

L’introduzione delle N5, nel Trofeo Rally San Marino, è stata fortemente voluta da Emanuel Felici, membro dell’attuale direttivo della Scuderia San Marino. Infatti altra news è quella dei quattro raggruppamenti che saranno presenti per il 2020 nel TRS e non più tre come in passato.
Nel raggruppamento A sono state inserite le WRC Plus e le N5, il B ed il C restano invariati mentre entrano a far parte del D le vetture storiche di tutte le classi. (v. regolamento TRS)

Ma vediamo ora qualche caratteristica delle vetture N5.

Le auto N5 sono tutte quattro ruote motrici, 1.6 Turbo, cambio sequenziale, hanno 290cv. Sono solamente 1,5sec/km più lente delle R5 ma ne conservano la guidabilità ed il piacere di guida. Hanno però i costi di acquisto e di utilizzo di un vecchio Gruppo N. Sono geniali!!!

Per cui hanno gli stessi ingombri e pesi di una R5 ma, non sono da confondere con le nuove R4kit (Oreca con omologazione FIA), che sono auto molto valide tecnicamente ma hanno costi e prestazioni molto vicini alle R5 a causa di una preparazione più spinta. Dando un’occhiata al futuro, le N5 vogliono sostituire i vecchi Gruppi N.

Samanta Grossi
Addetta Stampa Scuderia San Marino
press@scuderiasanmarino.com

29 Gennaio 2020
376 Views