Grande soddisfazione per Cristian Castellani sul gradino più alto del King Of Drift

Sabato 5 e domenica 6 maggio a Castelletto di Branduzzo (PV) si è svolto il secondo round di “King Of Drift SuperCup”, composto da tre appuntamenti. In questo abbiamo visto salire sullo scalino più alto del podio Cristian Castellani portacolori della Scuderia San Marino. Riscattando la prima gara di un mese fa dove ha  iniziato il campionato al circuito di Modena, non era andata nel miglior dei modi per problemi di poca trazione sulla pista bagnata.

La gara si struttura in scontri uno contro uno, in uno schema simile ai campionati di calcio per intenderci, si inizia in 32 o nel caso di questo weekend in 24, poi i best 16, top 8 la finale in 4.

Per chi non conosce questa disciplina cerchiamo qui sotto di dare una piccola spiegazione: ogni gara si basa su degli scontri valutati in punteggi da 0 a 10. Si parte in coppia formata dal “leader guida” e dal “secondo” che deve seguire la traiettoria del “leader” il più vicino possibile, in un secondo giro si invertono i ruoli stando sempre attendi ad evitare i contatti, i quali penalizzano i piloti nella valutazione dei giudici.

Castellani sabato pomeriggio durante le qualifiche si è piazzato nono rientrando così nei primi 16. Domenica durante il primo scontro per il portacolori sammarinese contro il “leader” Ettore Carello al primo round si gira lasciando in mano di Cristian il punteggio più alto 10 mentre il secondo giro termina 5 a 5, la manche è di Castellani, per problemi tecnici dell’avversario si aggiudica anche il secondo duello.

A questo punto lo troviamo in semifinale contro il “leader” al primo giro Monteverde Amerigo che finisce per lui con un punteggio di 4 e per il nostro “secondo” con 6 punti, si invertono i ruoli nel secondo giro, Monteverde alla prima curva tocca il “leader” e si gira facendo acquistare ben 10 punti al pilota “bianco azzurro”.

In questa maniera Castellani è in finale contro Manuel Vacca che corre in casa, il primo scontro finisce in parità, nella seconda manche proprio alla penultima curva Vacca tocca la portiera al “leader” sammarinese e dopo svariati controlli a video dei giudici confermano l’errore di Manuel che cede il gradino più alto di questa tappa a Cristian.

Queste le sue parole dopo la vittoria: “è stato un fine settimana molto caldo, il tracciato non velocissimo, contro avversari con più di 550 cavalli (noi con soli 400 cavalli), aiutati da un po’ di fortuna e scontri in finale molto combattuti fino alla fine, avversari molto competitivi, dopo tante notti nel garage a sistemare l’auto il risultato è arrivato, un grazie va a tutti i ragazzi che mi hanno supportato, Simone Temeroli la sua morosa Lorella Casadei, l’amico Alessandro Maiani, ma anche a mio babbo e la mia morosa Veronica Sarti, un grazie immenso a tutti voi.

 

 

Samanta Grossi

Addetta Stampa Scuderia San Marino

press@scuderiasanmarino.com

10 maggio 2018
441 Views