Ecco alcuni dei nostri tesserati dopo questo entusiasmante Legend

Al termine di un 16° Rally Legend che resterà nella storia per i nostri colori, abbiamo sentito i protagonisti. Leggiamo assieme le loro parole ed emozioni, di una gara ormai diventata un simbolo non solo per San Marino, ma per l’intera Europa.

 

Stefano Rosati – Sergio Toccaceli (Talbot Lotus 1980)

“Sono felicissimo…non pensavo di vincere, ero già molto contento della gara perché mi stavo divertendo a guidare come non mi riusciva da tempo. Arrivati all’ultima prova, eravamo in piena lotta per la vittoria, staccati di pochi decimi,  a quel punto abbiamo provato a spingere ed attaccare è alla fine  abbiamo portato a casa la vittoria!! Era dal Rally Legend dello scorso anno che non correvo e sono veramente felice. Il merito va soprattutto a chi mi ha aiutato: il mio “fratellone” navigatore Sergio, all’officina di Silvio Tontini, a Santolini Valeriano, a Zangoli Alvaro e a Steve Casadei, grazie a loro, macchina eccezionale.

La vittoria voglio dedicarla a BT60 che ci sta insegnando che non si molla mai”.

 

Paolo Valli – Silvio Stefanelli (Lancia Delta S4 1986)

“Noi correvamo nel Legend Star, quindi senza riscontro cronometrico, ma è stato bellissimo lo stesso, sia per la macchina che è sempre un piacere salirci, sia per il grande e caloroso pubblico lungo tutto il percorso, sia in speciale che in trasferimento facendoci vivere il tutto come una grande festa!!!”

 

Massimo Moroni – Davide Gasperoni (BMW 318 iS E30 1989)

“Rally Legend 2018… Una figata impressionante, dopo più di un anno lontano dalle corse, ritornare in una manifestazione del genere mi viene la pelle d’oca a pensarci ancora.

Vedere tutti quei miei amici in mezzo alla strada ad esultare e sostenermi in ogni passaggio mi riempie di gioia e mi ricompensa di questi lunghi mesi di lavori e sforzi per essere presenti. Vorrei ringraziare ogni singola persona ma sarei noioso e forse lascerei anche qualcuno in dietro.

Però c’è un amico che ci tengo a salutare è Bryan Toccaceli il vero ed unico numero 1… BT60 siamo tutti con te!!”

 

Davide Cesarini – Mirco Gabrielli (Ford Escort RS 2000 1973)

“Tutto bene, ci siamo giocati la gara con Stefano fino all’ultimo metro di prova, siamo partiti bene vincendo nella notte di venerdì due speciali su tre, la giornata di sabato abbiamo vinto due prove e una la domenica. Il piccolo vantaggio accumulato venerdì, si è perso nella giornata di sabato, sia per la bravura di Stefano, sia perché sulla Piandavello abbiamo trovato una vettura (Subaru Legacy) con la turbina rotta che ci ha rallentato.

Domenica avevamo prima dell’ultima “The Legend” un vantaggio di due decimi, rispetto al precedente crono abbiamo abbassato di circa 6″, ma Stefano ha abbassato di 9″, è questo gli ha dato la vittoria. Siamo soddisfatti e molto contenti di quanto fatto”.

 

Nicola Bonfè – Lorenzo Ercolani (Ford Escort RS 1978)

“Siamo veramente molto contenti di come sia andato questo Legend. Abbiamo corso con pneumatici da sterrato, essendo un N2 e non così performante, prima della gara partivamo senza velleità di classifica. Successivamente sono arrivati pure dei bei tempi, purtroppo i nostri avversari per vari motivi si sono ritirati è ci siamo ritrovati in quarta posizione, ma sull’ultima prova abbiamo attaccato è conquistato uno splendido podio. Ho corso con un grande amico, il che rende questo podio ancora più speciale, in più tutto il podio è stato occupato da equipaggi della nostra Scuderia!! Peccato per Massimo che è arrivato quarto”.

 

Simone Temeroli – Mainardi Gianluca (BMW M3 E30 1995)

“Per noi il Legend 2018 è stato gioia e dolore. La gioia di prestazioni in crescita rispetto al passato, quindi la certezza di poter fare bene in una competizione di livello come il Rally Legend e dimostrare di esserci; il dolore derivato da un unico errore che ha compromesso i buoni tempi e quindi l’amarezza di non aver raggiunto un risultato alla portata ed in cui credevamo. Lavoreremo, torneremo e potremo dire ci siamo anche noi!”

 

Enrico Bonaso – Terrassan Nicola (Renault Clio Maxi 1992)

“La sensazione alla partenza della prima prova il venerdì era emozionante all’idea e allo stesso tempo un po’ di timore di sbagliare c’era…. non lo nascondo, però l’ho affrontata con un po’ troppa cautela rispetto agli anni precedenti, ma era giusto così….

Sulla Clio avevamo riscontrato dei problemi elettrici già allo shakedown la mattina del venerdì, alla ripetizione della laghi  l’alternatore ci ha lasciato a piedi azzerando la batteria, quindi si è spenta la macchina e non è più partita. I ragazzi del assistenza hanno lavorato tutta notte per sistemarla e al mattino siamo ripartiti con il super rally. Per il complesso è stato un weekend positivo per me mentalmente, avendo finito la gara. Agonisticamente parlando dopo la penalizzazione di 12 minuti più o meno del super rally son partito il sabato con il freno a mano tirato, tanto rischiare per fare il tempo non ne valeva la pena troppi minuti di penalità. Nel complesso ci siam divertiti, adesso aspettiamo il rally di Monza con una nuova macchia”.

 

Marcello Colombini – Marco Selva (BMW M3 E30 1987)

“È stata una bellissima gara e lo è sempre, eravamo terzi assoluti, la mia speranza era di fare il podio con la mia piccola M3 contro le quattro ruote motrici, purtroppo a causa della rottura di una gomma ho preso una penalità per non aver finito la prova. Ci credevamo perché eravamo a circa un minuto al quarto equipaggio, peccato quell’imprevisto che non ci voleva, ma anche queste sono le gare. Probabilmente ci rivediamo al Circuito dei Campioni (clicca qui) a novembre”.

 

Sergio Bartolini – Marco Cavalli (Ford Escort RS 1976)

“Gara per noi subito in salita per alcuni problemi poi risolti nella notte dalla nostra assistenza che ci ha permesso di poter affrontare un sabato alla grande all’insegna dello spettacolo considerando il mio pilota era al debutto con un posteriore in aggiunta gommato da terra ha regalato passaggi da veterano. Il Rally Legend si dimostra sempre una gara emozionante dove riuscire a vedere il palco di arrivo era la nostra priorità in aggiunta un nono posto assoluto di tutto rispetto”.

 

 

Samanta Grossi

Addetta Stampa Scuderia San Marino

press@scuderiasanmarino.com

24 ottobre 2018
329 Views